Trib. Arezzo decreto 6.3.2014 con il quale è stata rigettata l’opposizione allo stato passivo ex art. 98 l.f. , in accolgimento dell’eccezione di prescrizione presuntiva del credito del professionista (avvocato)

1) contestazione sul quantum e prescrizione presuntiva:

“La contestazione sul quantum di un determinato credito vantato non implica l’ammissione della mancata estinzione del debito relativamente agli altri debiti per i quali è stata eccepita la prescrizione”

2) proposizione dell’eccezione di prescrizione:

“l’eccezione di prescrizione può essere proposta senza l’uso di formule sacramentali e senza il riferimento a precisi dati normativi”

3) Formazione dello stato passivo – implicita proposizione della eccezione di prescrizione di prescrizione presuntiva:

“Anche in assenza dell’esatta indicazione della norma, il giudice può individuare il tipo di prescrizione eccepita ricavando tale dato da altre difese della parte o da altri elementi di natura logica, ad esempio dal fatto che la prescrizione estintiva non era ancora maturata”.

4) Giudizio di opposizione allo stato passivo ex art. 98 l.f. – eccezioni nuove:

“nel giudizio di opposizione allo stato passivo è consentita, in ogni caso, la formulazione (da parte del curatore o commissario che dir si voglia) di eccezioni non sottoposte all’esame del giudice delegato, e dunque ben sarebbe stato possibile per i Commissari opporre direttamente per la prima volta in questa sede (giudizio opposizione) la prescrizione presuntiva”.

5) Opposizione allo stato passivo – Il giuramento de scientia:

“Il giuramento de scientia (o de notitia)è quello deferito sulla conoscenza che la parte abbia di un fatto altrui; la formula giuratoria deve puntualmente rispecchiare questo peculiare contenuto e perciò deve essere redatta, a pena di inammissibilità, in modo che il giurante, ripetendola, affermi o neghi non già un fatto, ma la conoscenza che egli ne abbia, perché soltanto questa, per l’appunto, costituisce l’oggetto del giuramento (nel caso di specie non è stato ritenuto ammissibile il giuramento rivolto ai Commissari, definito de scientia, ma impostato secondo la formula del giuramento de veritate)”.

 

All. Decreto Trib. Arezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *